I Am The Walrus

I Am The Walrusby The Ladders

Beatles cover by The Ladders

Published on 6 March 2013 on Youtube and Facebook

John Lennon's surrealist masterpiece of 1967 found him at his surrealistic, sneering best. It was included on the soundtrack of the Magical Mystery Tour TV film, and first released as the b-side of Hello Goodbye. One of the best b-sides ever…

Quando seppe che nella scuola che frequentava da ragazzo venivano studiati ed analizzati i testi dei Beatles, Lennon si mise all'opera per dare alla luce uno dei suoi testi più complicati e intricati. Pieno di giochi di parole nonsense, ispirazioni casuali, ricordi d'infanzia e riferimenti letterari soprattutto a Lewis Carroll (da cui Il tricheco e il carpentiere contenuto in Attraverso lo specchio viene il titolo). Tutto questo pensando: «Vediamo se troveranno una spiegazione anche per questo!». Nasce così I Am the Walrus, il capolavoro surrealista di John Lennon.

In molti si sono divertiti cercando di decifrare ogni singolo verso del brano. Ma da questo marasma caotico apparentemente senza senso, emerge una velata critica sociale all'establishment britannico dell'epoca. Una rabbiosa condanna del sistema ottuso che soffoca ogni sprazzo di originalità reprimendo l'arte e la cultura. Lennon si scaglia con ferocia divertita contro l'ordine sociale, la morale comune, istruzione, forze dell'ordine e burocrati, che ridono come maiali in un porcile e che criticano tutto ciò che non comprendono e temono.

Addirittura la musica, ispirata alle due note di una sirena della polizia (divenute poi «Mr city policeman sitting pretty…»), ricrea la stessa ossessività del testo, per non dare tregua all'ascoltatore, con una sequenza di saliscendi che si arresta solo per il breve ritornello. Ma prima che tutto ciò diventi troppo prevedibile, arriva una variazione di tempo e atmosfera che serve a ribadire, qualora servisse, che non c'è spazio per nessuna certezza.

In questo video abbiamo cercato di aggiungere tutte le scene di ogni fase di registrazione della nostra cover in “presa diretta” e senza playback.

  • Massimo Gerini: vocals, background vocals, tambourine.
  • Brizio Romagnoli: bass, guitar, background vocals.
  • Paolo Santamarianova: background vocals.
  • Mauro Cimarra: drums.
  • Gabriele Chiappa: keyboards.

Recorded and mixed by Massimo Gerini.
Video by Brizio Romagnoli.

Share:

#theladdersit
Infos

Write us »